James Parkinson

James Parkinson

Avete mai sentito parlare del “Morbo di Parkinson? E soprattutto: vi siete mai chiesti perchè questa malattia si chiami proprio così?

Se volete soddisfare la vostra indomabile curiosità, questo è l’articolo adatto per voi!

 

parkinson

Parkinson chi?

James Parkinson (Londra, 11 aprile 1755 – Londra, 21 dicembre 1824) è stato uno dei personaggi più importanti nel campo medico del XIX secolo. Nato a Londra, ha ricevuto la massima notorietà per il suo contributo An essay on the Shaking Palsy, nel quale descrive una patologia denominata in seguito come morbo di Parkinson.

Nasce in un piccolo sobborgo londinese nel 1755; il padre si chiamava John Parkinson, ed era un chirurgo. Il piccolo James si interessò subito allo studio del corpo e della medicina. Si laureò alla London Hospital Medical College, e seguì nel 1785 delle lezioni tenute dal celebre chirurgo proveniente dalla Scozia, John Hunter.

Nel maggio del 1783 sposò Mary Dale, dalla quale ebbe ben sei figli!

Durante la sua giovinezza il medico londinese non si dedicò soltanto alla medicina, bensì anche alla politica: egli aveva idee anticonformiste per la società inglese del tempo, idee che non si discostavano molto dagli ideali della Rivoluzione Francese. Oltre ad aver pubblicato numerosi manifesti propagandistici, fu membro anche di numerose società antigovernatorie e segrete, tra cui la London Corresponding Society for Reform of Parliamentary Representation, un’organizzazione celebre per essere stata coinvolta in un tentativo di colpo di Stato finalizzato all’assassinio del Re Giorgio III. Parkinson venne anche processato per questo, ma ne uscì assolto e indenne.

Dopo questo evento, Parkinson pensò bene di ritornare a fare il medico e di mettere da parte le sue ferventi idee politiche. Fu questo il periodo della sua maggiore produzione bibliografica: Parkinson approfondì gli studi sulla gotta e sulle complicanze peritonitiche dell’appendicite.

Ma nel 1817 si ebbe il lavoro più importante e famoso del chirurgo inglese: egli pubblicò uno studio su dei casi di quella che lui descrisse come “Paralisi agitante” (in inglese Shaking Palsy). I pazienti soggetti di studio soffrivano di tremori, rigidità e acinesie. Quarant’anni dopo il medico Charcot descrisse questa condizione clinica, definendola “malattia di Parkinson“.

 

James morì a 69 anni il 21 dicembre 1824. E’ sepolto nel cimitero di Saint Leonard.

 

Principali pubblicazioni:

  • Some account on the effects of lightening (1787)
  • The Chemical Pocked Book (1800)
  • Observations on the Nature & Cure of Gout (1812)
  • Essay on the Shaking Palsy (1817)

I commenti sono chiusi.